Galimberti e Recalcati, i filosofi del Nulla

Quest’oggi parliamo di Umberto Galimberti e Massimo Racalcati, due dei maggiori filosofi italiani contemporanei che spesso troviamo impegnati negli atenei e nei teatri italiani, spesso li vediamo anche vaticinare in televisione. Ebbene questi due grandi pensatori del nulla se ne sono usciti, quasi in contemporanea, (un chiaro ordine di scuderia) con affermazioni che non solo lasciano di stucco, ma fanno anche venire un forte conato di vomito. Questi due fenomeni nostrani, apparentemente senza alcuna vergogna, sono riusciti a proferire sciocchezze degne di un Parenzo qualsiasi. Con disinvolta freschezza si sono espressi, le loro parole risuoneranno per lungo tempo come le parole di due individui che sono venuti allo scoperto, mostrando tutta la loro sottomissione e vicinanza al potere dominante che li vuole ambasciatori di menzogne.

Le frasi dei grandi studiosi

Ma non perdiamo tempo ed andiamo al sodo, queste sono le profonde parole di Galimberti : “I negazionisti hanno paura della paura. Più che paura provano angoscia. Perdono i punti di riferimento. E arrivano a essere dei deliranti Il negazionismo è una forma di contenimento dell’angoscia. Coi pazzi non è facile ragionare. Si può persuadere chi nega la realtà che la realtà è differente? Molto difficilmente ” .  Queste sono le meravigliose parole di un filosofo, uno che scrive libri e fa pensiero, pensiamo un pò come siamo caduti in basso, un filosofo che usa termini come “negazionista” che appartiene al lessico dei media, coniato apposta per accalappiare i poveri di spirito. E leggiamo adesso cosa dice l’altro grande filosofo, Recalcati : “Negare il virus, non accettare le misure sanitarie imposte dal governo, ridimensionarne e negarne l’esistenza ha generato danni incalcolabili. Infine anche la scienza non ha dato una bella prova di se stessa. Il carosello degli esperti che pontificano ciascuno con una sua interpretazione diversa è stato una farsa nella tragedia. La comunicazione della scienza, delle sue verità e delle sue incertezze, avrebbe meritato più cura”. “In questa fase il negazionismo è fra i principali elementi di diffusione del virus”. ” Viviamo le limitazioni come un sopruso ma così la libertà diventa irresponsabile“.  Queste parole non sono nemmeno commentabili, tanto sono basse e ricolme di menzogne e puerile servilismo. Questi due fenomeni sono inoltre a libro paga o ben sponsorizzati da La Repubblica e direi che si vede , devono averli strigliati per bene per farli parlare in così chiara somiglianza e tempismo. Questi sarebbero i pensatori moderni, Dio ce ne scampi di individui del genere.  Più che pensatori sono anche loro dei poveri esecutori , come praticamente tutti, dalla piramide in giù. Siamo in presenza di due soggetti che fanno del materialismo imperante il loro cavallo di battaglia, totalmente slegati da ogni richiamo dell’anima, da ogni richiamo di contrapposizione tra il bene e il male, dovrebbero essere i loro ambiti di discussione, se fossero veramente dei filosofi, ma non lo sono, sono solo due persone finte e vergognosamente false e pagate per fare propaganda, e fanno veramente pena, se pensiamo a quanto si deve abbassare una persona per poter continuare a fatturare sulle proprie vomitevoli parole vuote e inutili, deve proprio arrivare ad annullarsi.

Una forza di fuoco mai vista

Mai come quest’anno abbiamo visto la potenza di fuoco del Male, mai come quest’anno siamo stati testimoni dell’offensiva della propaganda in grande stile organizzata a puntino dai seguaci del demonio, che vorrebbero portare tutti sul loro piano tenebroso. In questi tempi di scientismo, dove i mercati e la contingenza vorrebbero portare via il pensiero trascendente, gli attacchi di mediocri burattini fanno  veramente tenerezza. Pensate veramente che tutto il popolo sia lontano dai grandi temi profondi della vita? Pensate veramente che l’unico obbiettivo delle persone, in questi tempi moderni, che state cercando di portare nell’oscurità, sia esclusivamente il denaro e la vostra società inutile e diabolica?  Pensate che non ci siano anime che vedono chiaramente e che sappiano leggere nei vostri occhi tutta la merda che avete nel vostro cervello? Sarete sommersi da quella merda che vorreste farci mangiare, verrete spazzati via come mosche dai fautori del bene , che sono tanti e ben preparati e non li freghi con due imbarazzanti servi del nozionismo da salotto.  Andate a parlare nelle vostre logge, luridi filosofi del nulla, buchi neri, verrete ricordati come piccoli uomini infami e vi troverete a dividere il posto con ladri e bugiardi, perchè questo siete. Mentre questi due piccoli esseri spregevoli parlano del nulla per nome del male e mentre si cerca di mettere tutto su un piano asettico di protocolli e scienza come unica visione e salvezza possibile per un futuro, i veri padroni leccano i piedi al demonio e lo fanno senza più pudore e i bambini nel mondo continuano a sparire nel silenzio assordante. Mai come in questi tempi, dove si vuole tenere nascosta la verità e soffocare gli spiriti in angusti spazi di distanziamento sociale e psicologico, viene fuori la vera forza dell’umanità, mai come in questi tempi bui sentiamo di non essere soli. 

La grande forza della verità

Se da una parte due meschine figure ci mostrano chiaramente quanto sono pezzenti e figli al 100% di questo mondo malato e corrotto, dall’altra parte troviamo invece due personaggi di altra caratura e sostanza, senza padroni e senza paura, che ovviamente vedono tutto in maniera molto chiara e non ci girano troppo intorno. Questi sono il Cardinale Carlo Maria Viganò e il Direttore di Radio Maria Don Livio Fanzaga. Entrambi si sono espressi senza mezzi termini e li ringraziamo per la loro franchezza e per le loro chiare parole.

A questo link, di un articolo di un noto giornale nazionale potete leggere la lettera che il Cardinale Viganò ha spedito a Donald Trump, molto esplicita e diretta, ed invece qui di seguito potete leggere le parole di Don Livio Fanzaga : “Questa pandemia è un progetto volto a fiaccare l’umanità, metterla in ginocchio, instaurare una dittatura sanitaria e cibernetica, creando un mondo nuovo che non è più di Dio Creatore, attraverso l’eliminazione di tutti quelli che non dicono sì a questo progetto criminale portato avanti dalle élites mondiali, con complicità magari di qualche Stato. Tutto per creare il mondo di Satana.  A livello religioso si è già detto che la pandemia non viene da Dio. Dal punto di vista umano non si è voluto approfondire da dove venga, questa epidemia è un progetto che io ho sempre attribuito al demonio, che agisce attraverso menti criminali che l’hanno realizzato con uno scopo ben preciso: creare un passaggio repentino, dopo la preparazione ideologica, politica e mass mediatica, per un colpo di Stato sanitario o massmediatico”. E l’elezione negli Usa del neo-presidente Joe Biden, per il direttore di Radio Maria, sarebbe “la ciliegina sulla torta”.  E anche su questo non possiamo che dargli ragione.

Sensibilità ed esperienze diverse

Da tutto questo si evince una grande lezione, e questo le elitè non l’avevano calcolato: si tratta di sensibilità ed esperienze di vita diverse. Chi lavora nel male e per il male non può capire quanto sia semplice, per chi cammina su strade di pietra di cristiana ispirazione, riconoscere la menzogna, non può capire come sia evidente agli occhi di chi vive nella verità , quello che stanno per compiere. Non possono prendersi gioco di chi si ispira alle parole del Vangelo perchè queste malefatte sono già dettagliatamente descritte ed illustrate, vi conosciamo già,  voi che pensate di impossessarvi delle coscienze, sicuramente potrete prenderne qualcuna ma non le nostre, statene pure certi. Chi si veste e vive nel materialismo e nel nichilismo dell’uomo moderno deve confrontarsi su più campi : con l’inganno del doppio gioco della scienza , che fa finta di darti risposte da padre di famiglia ma è interessata solo al profitto , e deve anche far fronte alla paura, che è un sentimento che fa molta presa su chi non ha strumenti  per potersi confrontare con quella paura (qui indotta artificiosamente), quella vera , quella di morire, perchè attaccati come mosche alle illusioni e alle panzane quotidiane. Sarà una battaglia di coscienze e le meglio preparate avranno sempre la meglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *