E la Cina…vola!

Europa, U.S, Canada, Australia, Nuova Zelanda, Argentina…in questo momento praticamente tutto il mondo è al colasso produttivo ed economico per questa fantomatica e continua ricerca del “contenimento del contagio”, nuovo mantra moderno per le masse ubbidienti ed ignare.

Nel mentre la Cina, il cuore del contagio, da dove tutto è iniziato, ed è partito il virus killer, sta facendo segnare una crescita sbalorditiva, un balzo in avanti che erano anni che non si registrava, i numeri per loro sono già adesso quelli del 2019, mentre per noi si registra un -10% …per adesso.

Il Dragone sta andando alla grande, scuole tutte aperte e ben attrezzate, fabbriche, mercati, borse, ristoranti, piazze, tutto è aperto e molto ben organizzato e tirato a lucido. Sono pronti ad invadere il mondo consumista fuori dai confini, assetato di diavolerie nuove per Natale, i più si faranno i debiti per acquistare la loro produzione, la new offer 2020-21 .  Il mercato interno poi, a differenza che in Occidente dove la gente ha paura a spendere, tira come un motore diesel da sempre,  ed anzi sta segnando numeri da capogiro dopo questa emergenza Covid.

In Cina l’emergenza è già stata dimenticata, superata, giusto il tempo di cambiare le testoline dormienti ad Ovest e via verso la riaffermazione economica mondiale.

La strategia è perfetta ed in perfetto tempismo, già prima della pandemia la Cina ha concluso importanti accordi con due porti strategici e chiave del Mediterraneo per la colonizzazione da completare nell’area più importante e strategica del mondo.

Nel silenzio complice generale il governo di Pechino ha messo a segno ,senza rumore mediatico rilevante, operazioni commerciali che solo qualche anno fa avrebbero dovuto passare per una guerra con bombe e sottomarini , ma che adesso passano senza enfasi e particolari batticuori, stranamente direi.

Il porto di Taranto è in mano ai Cinesi che si sono accordati con un ministro 5stelle e con le parole di Conte che ancora risuonano profetiche, ma al contrario, come suo solito: “nessun allarme cinese: gli investimenti in corso sul porto di Taranto sono un segnale di attrattività nei confronti dei grandi gruppi stranieri”…ma se sono attrattivi come mai l’Itali non investe nel suo paese? Questa sarebbe la domanda che in un mondo normale andrebbe rivolta senza fine, ma sappiamo che non riceverebbe risposta, se non bugie e sotterfugi.

Oltre a Taranto un altro porto strategico è quello Algerino di El Hamdania, uno degli scali marittimi più grandi del mondo, costo stimato di sei miliardi di dollari e sei/sette anni per la realizzazione. Andrà a fare concorrenza con il porto in Marocco, che adesso è egemonico e cambierà le sorti del Nord Africa e del Mediterraneo. Si stima che tra meno di 30 anni ci sarà un aumento del traffico dei container da 3 a 5 volte quello attuale.In cambio dei debiti il paese africano ha ceduto questo punto cruciale al Dragone Cinese che si appresta a gestire attivamente e con le sue metologie super testate un piano commerciale immenso ed importante. Il tutto con le basi americane a due metri, impassibili, quasi rassegnate.

Quindi a cosa stiamo assistendo?

1-Alla semplice e chiara e limpida cessione consapevole e senza resistenza di potere economico e strategico al Dragone cinese che in meno di un anno ha creato, con l’aiuto dei paesi canaglia, un virus che ha mandato in tilt un occidente già in tilt.

2-Alla decisa e rapida soluzione, da parte della Cina, all’emergenza pandemica e ad una ripresa scattante che l’occidente non ha mai conosciuto se non dopo la seconda guerra mondiale. 

3-Alla ricerca che è appena iniziata, di accaparrarsi più hub e più situazioni favorevoli possibili, tra cessioni di aziende ed immobili e porti e territori e zone chiave, mai visto prima , la Cina sta aspettando dietro l’angolo il momento propizio per acquistare tutto a meno che la metà. Sta già succedendo con i paesi vicino alla Cina, vedi la Thailandia , dove la compravendita è appena cominciata e darà vita alla nuova Thaichinaland e sarà la fine che faremo anche noi.

4-Alla completa sottomissione dell’occidente verso un’egemonia economica che risulterà imbarazzante e che già adesso la Cina sta portando avanti con basi più che solide e sicure.

5-Ad una via della Seta che sarà un corso alberato, non una via, ma una sede di scambi e di passaggi di merci mai visti prima d’ora.

Ma chiediamoci adesso…come mai questi cinesi che hanno il virus in casa , che l’hanno anche subito per un certo periodo in maniera grave, hanno risolto così in fretta e senza strascichi importanti questa fase che invece qui sta portando i paesi al tracollo e a numeri a due cifre e con il meno davanti??

La risposta è molto semplice e bastrerebbe che le persone facessero un passo avanti e si  mettessero nei vestiti di chi ha miliardi di dollari da gestire, vite lussuose, un popolo da gestire, media da buttare in pasto a questo popolo, aerei privati impellettati e diamanti e puttane illimitate e vuole mantenere tutto questo patrimonio , averlo garantito e in cassaforte, che non scenda mai e che mai sia in pericolo, ma che anzi salga e non scenda mai.

Come mai la Cina sta andadno come un treno a lievitazione magnetica e il vecchio mondo è invece dal culo, nonostante ad onor di logica dovrebbero essere anche loro alle prese con la seconda ondata di questo fantomatico virus?

La Cina sta ricevendo ciò che in Italia chiamiamo voto di scambio, ciò che in Europa si chiama lobbismo, tu mi voti, tu mi appoggi e poi io ti aiuto.

Ecco cosa sta succedendo al mondo, quei dieci mafiosi che ci comandano hanno fatto accordi importanti con la Cina , hanno calato le braghe e hanno dato alla Cina l’opportunità del secolo, il tempo necessario di passare davanti come un missile ad un’occidente indebitato fino al collo con la Cina stessa, hanno barattato le nostre vite, per loro inutili, dettagli senza importanza, con dei numeri ben più importanti per loro, la loro salvezza economica e monetaria per il resto dei giorni .

Questo è stato il covid per la Cina e questo è stato per noi da questa parte , la pistola fumante per la strada spianata alla Cina che così lascia stare i grossi gruppi indebitati, alla rovina sicura, ci mette una pietra sopra e continuerà a fare affari con loro, in cambio dell’egemonia commerciale ed economica, aspettando quella culturale ovviamente.

”Cancellare il debito governativo dalla banca centrale non avrebbe alcuna ripercussione per l’economia reale e per i popoli, ma sarebbe un problema serio per i mercati finanziari e per l’impresa privata”, scrive McKinsey, la società di consulenza finanziara più influente al mondo , eccola la verità che in termini popolari fa così : il debito enorme e smisurato del mondo con la Cina è un NON problema per il cittadino comune che non ha mai contratto debiti con la Cina , ma è un grosso problema per le imprese private e per i governi, controllati dalle stesse imprese private, ci sarebbero soluzioni a costo nullo per il mondo reale ma grossi problemi per quell’1% che condiziona e comanda la vita del 99% di persone. 

E’ tutta qui la forza del Dragone, oltre ovviamente ad una organizzazione centenaria nel mangiare le teste delle prede,  la seconda ondata che sta andando in scena sui nostri schermi ormai da quest’estate, con minacce, giochetti e puttanate seriali degne di un film di serie B,  durerà il tempo necessario che si è preso durante gli accordi economici tra i soggetti in causa, in poche parole , le misure ammazza gente/economia/libertà che si stanno prendendo saranno in scena e mantenute forti e devastanti, finchè le imprese mondiali che hanno siglato gli accordi per l’azzeramento del LORO debito avranno adempiuto all’impegno preso. Un baratto senza chiedere il permesso alle vittime sacrificali , come solito, che siamo noi , d’altronde siamo solo pedine di scambio del loro, bestiame, un Monopoli quotidiano, tenuti nell’llusione di parteciparne e nell’illusione che tutto sia fatto per il nostro bene. 

Oltre al danno la beffa , niente di nuovo all’orizzonte ma solo la consapevolezza che, come si diceva nei vecchi western, son proprio dei gran figli di puttana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *