E’online il mio primo e nuovo libro, “Non aspettatemi per cena”.  Fatemi sapere se vi è piaciuto ! Lo trovate qui sotto

Benvenuto nel mio Blog !

Milioni di esperienze vissute sulla mia pelle, da 10 anni vegano per necessità, e per etica poi.

Mi presento, mi chiamo Marco Manfredi e ho da poco compiuto 50 anni, ho un figlio bellissimo di 19 anni, sono divorziato e mi sono da poco risposato con la mia dolce metà thilandese.  Sono un semplice diplomato, che però non ha mai smesso di imparare e di documentarsi per pura passione personale, e per la necessità di conoscere la verità, in certi campi molto spesso l’umiltà e l’esperienza diretta e il bisogno di verità non preconfezionate sono più determinanti dei riconoscimenti accademici.  Non ho mai imparato a memoria e non mi è mai piaciuto il sistema in cui ci troviamo a muoverci e ho sempre preferito il campo e le prove, le esperienze concrete e reali, alla teoria.

Questo per dirvi che a 36 anni , per la medicina ufficiale, ero un malato cronico di ernia iatale, reflusso gastroesofageo, gastrite e di conseguenza subivo già i primi sintomi dell’ipertensione.

Gastrite, ipertensione, i grandi mali dei paesi ricchi

Di gastrite si calcola che ne soffrano nel mondo qualcosa come il 50% della popolazione, di ipertensione parliamo del 33% degli uomini e del 31% delle donne , in Italia, di ernia iatale e reflusso gastroesofageo si calcola che ne soffrano in Italia, più del 20% della popolazione. I bravi laureati e tutti i geni della medicina convenzionale in tanti anni non sono riusciti a curarmi e sarei rimasto legato alle loro medicine, a detta dei medici, per sempre. Con delle percentuali del genere è certo che hanno un bel lavoroda mantenere.

Impegnandomi da solo e leggendo per due anni di tutto e di più ed applicando e verificando consigli che mi sembravano di buon senso, sono giunto a curarmi da solo e a comprendere dove stava la fregatura e da allora non ho più bisogno delle loro pastiglie, sono ormai dieci anni che non faccio uso di nessuna medicina.

Significa che c’è qualcosa che non funziona nelle modalità e nel tipo di cure che vengono somministrate e in ciò che studiano questi bravissimi medici moderni che però curano il sintomo e non il problema, anzi sembra che il problema non sia il nodo cruciale ma un dettaglio. Invece ciò che ci fa guarire è l’individuazione del problema e la sua soluzione e non la cura del problema, che non fa altro che creare altri problemi.

Le esperienze valgono molto

Siamo tutti nati onnivori, c’è poco che ci prendiamo in giro, ma qualcosa o qualcuno ci ha portato qui, a questo meraviglioso ed interessante momento, che poi diventa irrinunciabile e che ti fa crescere in maniera troppo importante per rinunciarvi per poveri richiami di gola.

Vi racconterò la mia esperienza e vi garantisco che può essere utile anche a voi. Vivere senza bisogno del medico e senza farmaci e sentirsi veramente bene non è cosa di poco conto,  e penso che sarete d’accordo con me. Per giungere a questo punto ci è voluto tempo, dedizione e sacrificio ma è più di una vittoria momentanea, è un percorso che ispira e che ti viene voglia di comunicare. 

Troverete molte informazioni, curiosità ed approfondimenti che ho elaborato nell’arco di dieci anni, da quel giorno che ho deciso di lasciare l’Italia per la Thailandia. All’età di 39 anni e con un buon lavoro in Italia, decisi che mi sarei aperto un hotel a Phuket, sognavo i tropici, il caldo tutto l’anno e il mare e volevo svoltare la vita e provare a prenderla per quello che merita.

In seguito ho aperto anche un’agenzia di viaggi online, per fare viaggiare le persone in Asia, che andava anche molto bene, finchè qualcuno decise di chiuderci tutti come sardine in scatola con un virus strumentale a ciò che i nostri gentili e premurosi governanti hanno in serbo per noi. Nel mentre sono riuscito a guarire con le mie sole forze, a cambiare paradigma sulla salute prendendo per mano le nozioni che ho imparato da solo e facendole mie anche con l’aiuto dello yoga quotidiano per 5 anni, e cambiando appunto alimentazione.

Non ci sono altre vie per noi umani, siamo qui e siamo in vita per due fattori: uno di questi è l’aria che respiriamo tutto il giorno e l’altro fattore è ciò che introduciamo nel nostro corpo mangiando e bevendo. Non c’è altro se ci pensate bene quindi è tutto qui, è da qui che bisogna partire, non da altri punti di vista innaturali. La nostra salute è tutta racchiusa in questi due cofanetti e sta a noi riempirli con gioielli e bijoux o con cose meno gradite.

Per questo motivo lo yoga è importante per migliorare lo stato di salute generale, principalmente perchè lo yoga insegna a respirare profondamente, ossia l’ossigeno viene spinto fino in fondo ai polmoni, quando invece una persona media durante la giornata non compie quest’azione, almeno che non ne sia consapevole. 

Siamo quello che mangiamo non è uno slogan ma una cruda verità che ti mette anche eticamente dalla parte degli oppressi, uomini o animali che siano, nessuno merita di essere schiavo di nessuno.

Alla fine quindi in Italia ci sono dovuto tornare per forza, grazie alle belle strategie di potere dei fenomeni che governano, ma sono tornato cambiato, con una meravigliosa moglie e con un bel bagaglio di esperienze, che è poi quello che cercavo.

Tra le tante cose interessanti di cui si parlerà metterò la lente di ingrandimento su aspetti inerenti alla salute che affliggono milioni di persone e che ho sconfitto serenamente e con facilità con la giusta alimentazione: l’ernia iatale e il reflusso gastroesofageo, il bruciore di stomaco e tutte le relative problematiche connesse come l’ipertensione che attanagliano quelli come me. Capirete e potrete anche voi guarire da questi problemi e leggerete come ho fatto a superare tutto senza l’uso di farmaci.

Seguitemi e capirete anche voi come fare, in sintesi si tratta di darsi alle verdure😅  , nel mentre vi lascio anche qualche consiglio disinteressato, 11 passaggi per la conquista della consapevolezza, qualche pillola di consapevolezza, consigli che ho appuntato nell’arco di questi anni, che ho personalmente testato, e che vi suggerisco di seguire se volete anche voi vivere una seconda vita o la vostra decima.

Si dice erroneamente che la vita è una sola, non è vero, la vita è fatta di tutte le vite che intendiamo vivere. Nasciamo in un modo e dobbiamo poter giungere al traguardo come sognamo e questo dipende solo da noi.  Nessuno ti dirà mai che fai bene, subirai solo e sempre tante critiche, solo alcune utili, ma scoprirai in fondo che avevi ragione e che seguendo il cuore starai sempre bene !!